Numero di Telefono

Indirizzo email i.a.palmaccio.counselor@gmail.com

Orario di Lavoro Lun - Sab 09:00 - 19:00

Affrontare la Vitiligine: Consigli per Migliorare la Qualità della Vita

Aiuto Counseling > Articoli > Senza categoria > Affrontare la Vitiligine: Consigli per Migliorare la Qualità della Vita
affrontare la vitiligine

Affrontare la vitiligine richiede grande forza di volontà. E’ una specie di prova alla quale veniamo sottoposti. Il motivo? Non lo sappiamo, lo scopo? Non lo sappiamo. Medici e specialisti lavorano da anni per scoprire cause e cura, ma ancora non abbiamo delle risposte precise. Ci troviamo quindi ad affrontare la vitiligine quasi da soli, sfogliando libri, siti internet e manuali e leggendo le storie di altre persone. La frase “guarire dalla vitiligine” sembra non essere adatta per coloro che hanno questa “malattia” della pelle. Cosa fare allora?

Affrontare la Vitiligine: Consigli per Migliorare la Qualità della Vita

In ogni difficoltà della vita, e la vitiligine non fa differenza, abbiamo bisogno di ritrovare noi stessi e soprattutto l’armonia con il nostro corpo. Come fare? Ecco alcuni step per ritrovare un po’ di tranquillità, ridurre ansia, stress e depressione.

1. Seguire una terapia

Uno dei modi per affrontare la vitiligine è quella di intraprendere al più presto una terapia appena notiamo le prime macchie. Non tutte funzionano e non tutte danno gli stessi risultati su tutti. Dipende da molti fattori, come sicuramente abbiamo letto da qualche parte. Per fortuna esistono molti gruppi e forum online dove parlare, chiedere informazioni e trovare il medico più vicino che ha dimostrato di avere risultati concreti.

Come detto, non esiste ancora una cura definitiva per la vitiligine ma ci sono molti casi di persone che si sono trovate ad affrontare la vitiligine con più positività vedendo dei miglioramenti. Ovviamente nulla accade da un giorno all’altro, ma è sempre bene essere seguiti da un medico e informarlo dei cambiamenti.

2. Ritrovare l’armonia con il corpo

So che è un tasto dolente, forse la prova più dura. Affrontare la vitiligine, come detto prima, richiede un forte coraggio. Molti lo hanno già trovato e anche tu puoi trovarlo iniziando ad accettarti. Non credere a ciò che dicono molti, ovvero che basti il potere delle mente. La quotidianità ci insegna che non è per niente facile affrontare occhi indiscreti e commenti poco carini.

Proprio per questo dobbiamo cambiare il modo nel quale percepiamo noi stessi. Iniziamo con il dedicare del tempo alla cura del corpo. Eseguiamo sempre un’igiene personale accurata evitando di usare prodotti e saponi aggressivi. La pulizia giornaliera della pelle deve essere un rito ma non solo per affrontare la vitiligine. Deve essere un momento nel quale ci amiamo, apprezziamo e prendiamo la consapevolezza che il corpo va amato, protetto e curato.

Ricorda che alle persone interessa soprattutto di loro stessi. Nel senso che anche se ti guardano e fanno commenti e osservazioni, quando tornano a casa o in ufficio avranno i loro problemi a cui pensare. Non sarà certo la tua vitiligine il loro primo e constante pensiero. E anche tu devi fare così, devi pensare a te, a come migliorare la tua vita, volerti bene e non trascurare mai le persone che ti vogliono bene.

3. Ritrovare l’armonia con la mente

Affrontare la vitiligine con la mente sembra essere facile ma se non siamo abituati a trovare un po’ di pace, anche il minimo esercizio sembrerà un ostacolo insormontabile. Dedichiamo almeno 20 minuti al giorno alla meditazione e rilassamento. Alcuni consigli li trovate cliccando qui. La nostra mente ha bisogno di un po’ di pace. Niente di meglio che ascoltare la canzone preferita, riguardare un bel film o cantare a squarciagola.

Facciamo una lunga passeggiata in un luogo familiare che non ci fa sentire a disagio. Se un giorno siamo particolarmente giù, evitiamo di uscire se non è necessario. Prendiamo coraggio il giorno successivo e miglioriamo la nostra vita giorno dopo giorno. Calma e pazienza sono indispensabili per affrontare la vitiligine.

4. Alimentarsi nel modo corretto

Il benessere include un’alimentazione adeguata. Avere la vitiligine è anche un modo per rivedere un po’ le abitudini, soprattutto quelle alimentari. Alcuni specialisti, e non solo quelli che si occupano di vitiligine, consigliano di disintossicare il corpo. Cosa c’è di meglio se non ricominciare a mangiare nel modo più salutare possibile? Alcuni sostengono che il glutine influisce molto sullo stato di salute del nostro corpo, così come latticini, zuccheri, conservanti e coloranti. Bastano semplici test per scoprire se siamo intolleranti o allergici ad alimenti specifici.

Seguire una dieta sana che includa acqua, frutta e verdura fresca, cereali integrali (anche senza glutine come per esempio la quinoa), legumi e cibi preparati in casa, è sicuramente un buon modo per sentirsi meglio. Se il nostro corpo (ed apparato digerente) funziona meglio e non è sottoposto a stress, sicuramente lavora meglio per combattere le malattie. Questo è un punto in comune dove io come counselor, e specialisti di tutto il mondo siamo perfettamente d’accordo.

5. Coltivare vecchie e nuove relazioni

Affrontare la vitiligine richiede anche il continuo confronto con il mondo esterno. Per alcuni è più evidente, per altri meno. Il mio consiglio è quello di ringraziare le persone che abbiamo vicino, persone che ci accettano al di là dell’aspetto fisico e del disturbo che possiamo avere. Conosciamo persone che sappiamo non essere limitate nel giudicare gli alti, persone che hanno piacere a stare con noi e gente che condivide questo e altri disturbi.

E’ incredibile scoprire che ci sono tante persone alle quali non interessa come si presenta il nostro corpo, che magari portano lo stesso “peso” e negli anni sono riuscite ad andare avanti. E’ bene imparare da coloro che hanno sviluppato strategie efficaci parlando con loro e facendo tesoro di ciò che ci raccontano.

6. Non Guardare sempre le macchie

So che è difficile, so che la paura che le macchie aumentino è sempre tanta. Purtroppo guardare sempre le macchie non le farà sparire ma al contrario potrebbe peggiorare il nostro stato d’animo, lo stress e di conseguenza la vitiligine stessa. Se hai intrapreso una cura, smetti di guardare in continuazione ogni minuto se le macchie sono diminuite. Serve tempo, a volte anche molto tempo, ma il fatto stesso di aver intrapreso una cura può migliorare lo stato d’animo.

Anche un singolo punto ripigmentato o una macchia che è sparita può fare tantissimo. Infonde un senso di fiducia e benessere che riduce ansia e stress. Proprio per questo ho messo al primo punto il consiglio di seguire una terapia per la vitiligine. In ogni caso tieniti impegnato; lavora, studia, ascolta musica, vedi un bel film, esci un po’ con amici, fai volontariato e tutto ciò che trovi utile e bello per te.

7. Spiegare alle persone che cosa è

Non dico che devi andare in giro a mostrare la vitiligine a tutti, in molti casi le persone non la notano e per chi ti vuole bene non ha importanza. Però se vedi un bambino che ti guarda, puoi avvicinarti e dirgli: “ti stai chiedendo cosa sono queste? Beh sono zone della pelle che non si colorano o che non si abbronzano. Non è nulla di pericoloso.

In questo modo anche altre persone sapranno cosa è la vitiligine e non avranno motivo di esserne così incuriositi. Ricorda, molte volte è proprio la curiosità a spingere le persone a guardare e non la cattiveria. E molte volte vorrebbero solo sapere cosa è, se è contagiosa e come l’affronti. Oppure altre volte potrebbe guardarti proprio qualcuno che come te ha la vitiligine e potresti trovare un nuovo amico che ti capisce 😉

Eccoci arrivati alla fine di questa chiacchierata. I punti sarebbero ancora tanti per affrontare la vitiligine e l’articolo non finirebbe davvero mai. Se però hai dubbi e domande puoi scrivermi una mail attraverso questa pagina, lasciarmi un commento e contattarmi via chat cliccando sul pulsante in basso a destra.

Ricorda che esistono tanti problemi: lutti, malattie gravi, sindromi inspiegabili e malattie incurabili. Ognuno affronta un “peso” giorno dopo giorno e affrontare la vitiligine sicuramente rende più forti ma deve servire anche a dare una “scossa” per aiutare altre persone e, prima di tutto, noi stessi attraverso abitudini più salutari che possono contribuire a limitare il disagio sia fisico che psicologico.

Un Abbraccio,

Aurel Palmaccio

Counselor Professionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscrizione alla newsletter

.....

Aspetta...

Thank you for sign up!